news

Speciale NewStars: la commozionante intervista a Pippo Lorusso!

Speciali

Attore, speaker radiofonico, show man, presentatore e autore. L’abbiamo copincollato dalla sua bio ma ci fermiamo qui, perché per noi non ha nemmeno bisogno di presentazioni!

Pippo Lorusso lo conosciamo tutti e se per alcuni non è così, beh… è arrivato il momento di recuperare.

Oltre ad ascoltarlo in radio la mattina su M2O nel programma A Qualcuno Piace Presto, recentemente l’abbiamo visto al cinema con Mister Felicità di Alessandro Siani e Omicidio all’italiana di Maccio Capatonda. E proprio insieme a lui ci ha regalato dei video diventati veri e propri must che hanno fatto scuola nel web.

Il resto ce lo facciamo raccontare.

Pippo, come inizia la tua carriera?

La mia carriera inizia ufficialmente nel 1998 quando, dopo diversi anni di studio a Milano, giro in pochi mesi diverse pubblicità e debutto al teatro CRT di Milano con la regia di Alessandro Genovesi (amico dei miei anni milanesi e ora grande regista di cinema).

Il tuo sodalizio artistico con Maccio Capatonda è storico (e aggiungerei EPICO). Come nasce quest’esperienza?

Il mio incontro con Maccio Capatonda avviene sul set di una serie di spot dove lui era il regista e io il testimonial. Ci siamo divertiti per 3 anni di fila, ridendo e cazzeggiando e creando i presupposti per la collaborazione in Mai Dire Martedì con la Gialappa's su Italia uno. Da quel 2003 le nostre strade si sono incrociate spesso, in tv, sul web e al cinema.

Maccio Capatonda per me è un grande amico, ma soprattutto è un genio. Il suo modo di vedere il mondo è incredibile. Sa cogliere gli aspetti grotteschi in ogni cosa proprio come piace a me. Tra i lavori fatti insieme in questi 14 anni quello a cui sono più legato è la serie MARIO, andata in onda su MTV, dove facevamo insieme i caroselli demenziali e dove è nato il mio personaggio Salvo Errori.

Che ruolo ha avuto il web nel tuo percorso e come sta influenzando la produzione video?

Il web è stato importante per la mia carriera, soprattutto perché con Maccio facevamo molta tv e ancora non esistevano social o YouTube. La gente si mandava le mail con i link "oh guarda questi!" poi i video hanno iniziato a girare sul web e tutto è diventato più grande e più interessante, anche perché Maccio era già una certezza e i suoi prodotti erano perfetti per questo tipo di comunicazione.

Credo quindi che soprattutto in quei dieci anni il web sia stata una sorpresa e abbia creato qualcosa di diverso. Oggi onestamente è più fruibile, ma proprio per questo forse meno di impatto.

Quando è uscito il trailer Abbagli abbiamo avuto 20 milioni di visualizzazioni, ma non c'era tutto il clamore che c'è oggi. Oggi con 100 mila views molti si credono "arrivati". Ecco, in questo il web è utile, ovvero ti fa conoscere e ti dà la possibilità di metterti in gioco. Ma è lì che inizia il lavoro vero, e se non hai delle basi o delle idee forti il web non può fare nulla. Anzi, a volte quello che uno mette sul web gli si ritorce contro per assurdo.

Cosa stai facendo adesso e quali sono i progetti per il futuro?

Ho appena finito di girare un nuovo film (Caccia al tesoro – ndr) con Vincenzo Salemme e Carlo Buccirosso e mi vedrete al cinema a novembre per la regia di Carlo Vanzina (un sogno che si realizza!). Ora però finisco la mia stagione in radio su m2o, dove conduco il morning show A Qualcuno Piace Presto con un gruppo di pazzi, e poi finalmente mi godrò un po' di vacanze dopo una stagione davvero ricca di impegni. Anche perché le novità in arrivo sono molte, per fortuna, e ho bisogno di staccare la spina e godermi mia moglie e mia figlia che sono il mio spettacolo più bello e più vero.

E da Roma è tutto, a voi la linea... SALVO ERRORI ;-)

Foto di copertina tratta dalla pagina Facebook ufficiale di Pippo Lorusso

Che reazione ti suscita?

Puoi esprimere massimo 2 preferenze
Clicca sulla smile preferita!

0%

0%

0%

0%

0%

Che reazione ti suscita?

Puoi esprimere massimo 2 preferenze

Ti è piaciuto? Condividi su: